Articolo 1 - DENOMINAZIONE

E' costituita un’Associazione denominata “Malandrina” che, nello spirito della Costituzione della Repubblica Italiana ed in ossequio a quanto previsto dal Codice Civile, si caratterizza come un centro permanente di vita associativa a carattere volontario e democratico la cui attività è espressamente di partecipazione, solidarietà e pluralismo.

Essa non ha alcun fine di lucro ed opera per fini artistici, sociali e solidaristici, civili, culturali e di ricerca etica e spirituale.


Articolo 2 - SEDE

L’Associazione ha sede in Roma Via Claterna, 3 - 00183


Articolo 3 - NATURA E RISORSE DELL’ASSOCIAZIONE

L’Associazione è amministrativamente, finanziariamente e contabilmente autonoma.

Si avvale dei seguenti introiti:

a) quote e contributi degli associati;

b) eredità, donazioni e legati;
c) contributi dello Stato, delle regioni, di enti locali, di enti o di istituzioni pubblici, anche finalizzati al sostegno di specifici e documentati programmi realizzati nell’ambito dei fini statutari;
d) contributi dell’Unione europea e di organismi internazionali;
e) entrate derivanti da prestazioni di servizi convenzionati;
f) proventi delle cessioni di beni e servizi agli associati e a terzi, anche attraverso lo svolgimento di attività economiche di natura commerciale e artigianale, svolte in maniera ausiliaria e sussidiaria e comunque finalizzate al raggiungimento degli obiettivi istituzionali;
g) erogazioni liberali degli associati e dei terzi;
h) entrate derivanti da iniziative promozionali finalizzate al proprio finanziamento, quali feste e sottoscrizioni anche a premi;
i) altre entrate compatibili con le finalità sociali dell’associazionismo di promozione sociale.

L’Associazione è tenuta per almeno tre anni alla conservazione della documentazione, con l’indicazione dei soggetti eroganti, relativa alle risorse economiche di cui alle lettere b), c), d), e) del presente articolo.

Le somme versate per la tessera e per le quote sociali non sono rimborsabili in nessun caso.

È vietata qualsiasi forma diretta ed indiretta di distribuzione di eventuali utili e avanzi di gestione.

L’eventuale avanzo di gestione è reinvestito obbligatoriamente a favore di attività istituzionali statutariamente previste.

Non può essere, in alcun caso, richiesta la divisione o restituzione del fondo.

E’ escluso il diritto di trasferimento, a qualsiasi titolo, della quota associativa o il collegamento, in qualsiasi forma, tra la partecipazione sociale e la titolarità di azioni o quote di natura patrimoniale.

I beni della Associazione sono mobili, immobili e mobili registrati. I beni immobili ed i beni mobili registrati possono essere acquistati dall’Associazione e sono ad essa intestati.


Articolo 4 - DURATA E SCIOGLIMENTO

L’Associazione ha la durata minima di dieci anni, tacitamente rinnovati in caso di mancata richiesta di scioglimento almeno 6 mesi prima.

In caso di scioglimento dell’Associazione per qualunque causa il patrimonio sarà devoluto ad altra associazione con finalità analoghe o ai fini di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo di cui all’art. 3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, e salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

Lo scioglimento deve essere deliberato dall'Assemblea dei soci con la maggioranza dei tre quarti degli aventi diritto di voto.


Articolo 5 - OBIETTIVI E FINALITÀ

L'Associazione culturale, nel seguito indicata come “Malandrina”, ha come finalità la promozione del tango argentino in ogni aspetto: danza, musica, poesia, cultura, storia.

Il raggiungimento dello scopo si attua, tra l’altro, tramite contatti e scambi culturali, artistici, economici e sociali con diversi paesi del mondo.

Ha come finalità la promozione e la gestione di iniziative, servizi, attività culturali, turistiche, ricreative e potrà svolgere anche attività commerciali secondarie subordinate e marginali atte a soddisfare le esigenze dei soci, anche in collaborazione con soggetti pubblici, privati e ad altre associazioni, sempre nel rispetto degli scopi sociali.

L'associazione svolgerà a titolo esemplificativo e non tassativo le seguenti attività:

1) proporre e seguire qualunque altra attività connessa, affine o conseguente a quelle sopra elencate, nonché compiere gli atti e concludere tutte le operazioni contrattuali di natura immobiliare, mobiliare, industriale e finanziaria utili alla realizzazione sia direttamente che indirettamente degli scopi sociali;

2) l'associazione potrà richiedere agli enti e istituzioni pubbliche tutte le necessarie autorizzazioni al fine del perseguimento dello scopo sociale;

3) stipulare convenzioni con enti pubblici o privati, associazioni e aderire ad associazioni locali nazionali ed internazionali nell'interesse dello svolgimento degli scopi sociali, richiedere finanziamenti e contributi agli enti pubblici privati interessati allo sviluppo della cooperazione;

4) organizzare attività culturali e sportive in tutti i livelli ed espressioni, organizzare manifestazioni, corsi di formazione professionale, corsi per operatori sportivi, culturali, e di perfezionamento tecnico, a livello locale, provinciale, regionale, nazionale e internazionale;

5) promuovere ed organizzare corsi di formazione extra-scolastica per indirizzare i giovani alle attività di conoscenza e di apprendimento al fine di favorirne anche l'inserimento nelle attività occupazionali e di lavoro;

6) corsi per lo sviluppo e l’incremento delle potenzialità artistiche nelle arti figurative, plastiche e grafiche quali il disegno, la pittura e l’artigianato artistico;

7) gruppi di ricerca e studio che promuovono l’approfondimento e la divulgazione degli aspetti connessi all’arte: stage con modella dal vero, lezioni di storia dell’arte, disegno e pittura “en plein air”;

8)progettazione e produzione di oggetti di artigianato artistico realizzati con tecniche artigianali (esempio: vetro, pittura e stampa manuale su tessuto, cucito, ricamo); progettazione di abiti e accessori.

Al fine del perseguimento degli scopi istituzionali l'associazione potrà porre in essere tutte le attività immobiliari e finanziarie che riterrà opportune e potrà operare su tutto il territorio nazionale ed internazionale.

L’Associazione potrà per il perseguimento dei proprio scopi affiliarsi ad associazioni o federazioni nazionali e internazionali.

L'Associazione è basata sul volontariato e non ha finalità lucrative. In particolare l’Associazione si prefigge di attuare iniziative, in ambito artistico, ricreativo e culturale, rivolte ai minori, ai disabili, ai portatori di handicap, e più in generale a quelle fasce maggiormente colpite dall’emarginazione e dal degrado sociale.

Per il raggiungimento di tali fini l’Associazione si propone di propagandare la propria attività nei luoghi e nei modi previsti dalla Costituzione, ed in particolare si prefigge di:

attuare e gestire, direttamente o per conto terzi, iniziative di carattere culturale, artistico, turistico, sociale, ricreativo, economico ed ogni altra iniziativa negli Enti locali, Istituti, Università, ecc., che favoriscano un’utilizzazione del tempo libero produttiva dal punto di vista culturale e formativo;

svolgere ed organizzare - in proprio o con la collaborazione di altri organismi ed enti culturali, politici, sociali, istituzionali - attività culturali, del tempo libero, gruppi di studio, seminari, riunioni, assemblee, cenacoli con la guida di un relatore o meno, manifestazioni, incontri e corsi speciali, dibattiti, conferenze, convegni, mostre, feste attività varie nei settori della cultura e dell’arte;

produrre, distribuire, diffondere le idee e le aspirazioni dell’Associazione, materiale artistico, culturale, didattico, attraverso stampati, radio, televisioni e qualsiasi altro mezzo di divulgazione, ivi comprese pubblicazioni e materiale per conto terzi;

promuovere l’acquisizione, la gestione, la produzione di pubblicità, la produzione e la vendita di stampati, anche periodici, audiovisivi, filmati ed altro materiale attinente allo scopo sociale;

organizzare e gestire corsi di formazione professionale in proprio ed anche in collaborazione con Enti locali, culturali ed altri Organismi.

promuovere, organizzare e gestire, in proprio o con la collaborazione di terzi, eventi artistici, manifestazioni spettacolo, feste ed incontri, attività di formazione, laboratori sperimentali di grafica e grafica pubblicitaria, attività discografiche, attività editoriali, attività culturali, attività fotografiche ed arti visive in generale;

Per il conseguimento dei propri scopi l’Associazione può:

aprire sedi secondarie in Italia o all’estero;

deliberare l’adesione ad organizzazioni o federazioni che abbiano analoghe finalità;

aderire, in Italia o all’estero, a qualsiasi attività che direttamente, tramite delibera del Consiglio Direttivo, sia giudicata idonea al raggiungimento degli scopi sociali;

compiere ogni operazione economica o finanziaria, mobiliare o immobiliare, che il Consiglio Direttivo riterrà utile, senza limitazione alcuna.


Articolo 6 – Marchio e denominazione

Il marchio Malandrina è di esclusiva titolarità dell’Associazione.

Il marchio potrà essere utilizzato da altri soggetti, solo a seguito di specifica approvazione da parte del Consiglio direttivo e secondo le modalità previste dalla relativa delibera.


Articolo 7 - SOCI

Chiunque può associarsi purché ne condivida gli scopi e ne accetti lo statuto. I soci ordinari devono presentare apposita domanda al Consiglio Direttivo, che deciderà sull’accoglimento della stessa insindacabilmente. La domanda di associazione è accolta se entro 30 giorni dalla presentazione il Consiglio Direttivo non si sarà espresso negativamente.

Possono essere ammessi a far parte della Associazione individui senza alcuna discriminazione politica, culturale religiosa, etica e sociale. E’ esclusa la temporaneità della partecipazione alla vita associativa. Il numero dei soci è illimitato.

I soci hanno diritto di frequentare la sede sociale dell’Associazione e di partecipare a tutte le manifestazioni indette dell’Associazione stessa, di usufruire delle strutture e dei servizi che L’Associazione realizzerà.

I soci maggiori d’età hanno diritto di voto per l’approvazione e le modificazioni dello Statuto e dei regolamenti e per la nomina degli organi direttivi dell’Associazione.

I soci ordinari devono presentare apposita domanda al Consiglio Direttivo, che deciderà sull’accoglimento della stessa insindacabilmente. La domanda di associazione è accolta se entro 30 giorni dalla presentazione il Consiglio Direttivo non si sarà espresso negativamente.


Articolo 8 - AMMISSIONE E DOVERI

L’ammissione di ogni nuovo socio avviene su presentazione dei soci già aderenti e viene ratificata dal Consiglio Direttivo a suo insindacabile giudizio. I soci sono tenuti:

a) al pagamento della tessera sociale;

b) all’osservanza del presente Statuto, degli eventuali regolamenti interni e delle deliberazioni prese dagli organi sociali, comprese eventuali integrazioni della cassa sociale attraverso versamenti di quote straordinarie.


Articolo 9 - ESCLUSIONE

I soci sono espulsi o radiati per i seguenti motivi:

a) quando non ottemperino alle disposizioni del presente Statuto, ai regolamenti interni o alle deliberazioni prese dagli organi sociali;

b) quando si rendono morosi nel pagamento della tessera e delle quote sociali senza giustificato motivo;

c) quando, in qualunque modo, arrechino danni morali o materiali all’Associazione.

I provvedimenti relativi vengono presi dal Consiglio Direttivo.


Articolo 10 - ORGANI

Sono organi dell’Associazione:

a) l’Assemblea dei soci;

b) il Consiglio Direttivo;

c) il Presidente;

d) Il Vice Presidente;

e) Il Segretario;

f) Il Tesoriere/Amministratore.

Tutti gli organi direttivi dell’Associazione sono elettivi, gratuiti e durano in carica fino a revoca o dimissioni.


Articolo 11 - ASSEMBLEA DEI SOCI

L'Assemblea dei soci è convocata dal Presidente con avviso scritto da affiggersi presso le sedi della Associazione almeno dieci giorni prima della data di convocazione.

L'Assemblea è convocata obbligatoriamente in seduta ordinaria una volta l'anno per l’approvazione del bilancio, nel periodo che va da gennaio ad aprile dell’anno successivo a quello dell’esercizio da approvare.

Essa si riunisce e delibera secondo le modalità previste dall'art. 21 del Codice Civile.

L'Assemblea deve essere convocata entro trenta giorni dalla scadenza del mandato degli organi dell’associazione, al fine di eleggere i nuovi organi. Essa:

a) approva le linee generali del programma di attività per l’anno sociale;

b) elegge il Presidente, Vice Presidente, i componenti del Consiglio Direttivo; il Tesoriere;

c) approva il rendiconto economico e finanziario consuntivo e preventivo;

d) delibera su tutte le questioni attinenti alla gestione sociale.

Le deliberazioni assembleari ed i rendiconti approvati sono affissi nella bacheca della sede sociale per un periodo di almeno 20 giorni seguenti a quello di svolgimento dell’Assemblea stessa.


Articolo 12 - ASSEMBLEA STRAORDINARIA

L’Assemblea può essere convocata in seduta straordinaria, con le stesse modalità dell’Assemblea ordinaria:

a) tutte le volte che il Consiglio Direttivo lo reputi necessario;

b) ogni qualvolta ne faccia richiesta il Tesoriere/Amministratore;

c) allorché ne faccia richiesta motivata almeno 1/5 dei soci.


Articolo 13 - CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio Direttivo è composto da un minimo di 2 ad un massimo di 13 consiglieri ed è presieduto dal Presidente dell’Associazione.

Il Consiglio elegge nel suo seno il Presidente, il Vice Presidente, il Segretario Amministrativo e fissa le responsabilità degli altri consiglieri in ordine all’attività svolta dall’Associazione per il conseguimento dei propri fini sociali.

Il Presidente, il Vice Presidente ed il Segretario compongono la Segreteria dell’Associazione.

Il Consiglio si raduna almeno una volta l'anno per l'approvazione del bilancio e delibera validamente con l'intervento della metà più uno dei membri che lo compongono e con il voto favorevole della maggioranza degli intervenuti.


Articolo 14 - FUNZIONI

Il Consiglio Direttivo deve:

a) redigere i programmi di attività sociale previsti dallo Statuto sulla base delle linee approvate dall’Assemblea dei soci;

b) curare l’esecuzione delle deliberazioni dell’Assemblea;

c) redigere il bilancio consuntivo e preventivo;

d) stipulare tutti gli atti e contratti di ogni genere inerenti all’attività sociale;

e) deliberare circa l’ammissione, la radiazione, la sospensione e la espulsione dei soci.


Articolo 15 - PRESIDENTE

Il Presidente viene eletto in seno ai componenti del Consiglio Direttivo.

Ha la firma sociale ed ha la rappresentanza legale dell'associazione di fronte a terzi ed in giudizio.

Attua le deliberazioni dell’Assemblea con il concorso del Consiglio Direttivo.

In caso di impedimento viene sostituito dal Vice Presidente.


Articolo 16 - IL TESORIERE/AMMINISTRATORE

Il Tesoriere/Amministratore, provvede alla riscossione delle entrate e alla tenuta dei libri contabili, nonché alle spese previo mandato del Presidente.


Articolo 17 - IL BILANCIO

Il bilancio è annuale e comprende l'esercizio sociale dal 1° gennaio al 31 dicembre.

Il bilancio consuntivo e preventivo sono elaborati dal Consiglio Direttivo e depositati presso le sedi dell'Associazione almeno trenta giorni prima dell'assemblea che dovrà approvarli. Copia dei bilanci può essere chiesta da tutti gli aderenti.

Il bilancio consuntivo annuale dovrà prevedere un rendiconto economico, un rendiconto finanziario e lo stato patrimoniale, al fine di rendere trasparenti gli eventuali contributi, beni e lasciti ricevuti dall'Associazione.


Articolo 18 - MODIFICHE STATUTARIE

Ogni modifica al presente Statuto deve essere deliberata dall'Assemblea dei soci con la presenza di almeno tre quarti degli associati e il voto favorevole della maggioranza dei presenti.


Articolo 18 - NORME APPLICABILI

Per quanto non contemplato nel presente Statuto hanno valore, in quanto applicabili per analogia, le norme del Codice Civile.

 




Via Claterna, 3 - 00183 ROMA

06 77 59 0002

327 99 61 519

canali.rob3@gmail.com





 

Statuto e regolamento per la disciplina e lo svolgimento delle attività associative

MALANDRINA